fbpx

Come pulire il frigorifero

Innanzitutto, prima di passare alla pulizia vera e propria, svuotate il frigo scartando tutto ciò che è scaduto o che è stato aperto da troppo tempo ormai e non esitate a gettarlo via. Ora potrete procedere nella pulizia del vostro elettrodomestico scegliendo uno dei metodi riportati qui sotto. Bicarbonato Per eliminare tutte quelle antipatiche macchie rilasciate dagli alimenti stessi all’interno del vostro frigorifero il bicarbonato fa miracoli. Calcolate mezzo litro d’acqua per un cucchiaio di bicarbonato, mescolate ed imbeveteci un panno pulito col quale andrete a ripulire le zone sporche ed anche quelle, apparentemente, pulite. Asciugate bene una volta che avrete terminato l’operazione. Aceto Se non avete ottenuto il risultato desiderato e qualche macchia che avete provato a rimuovere non è andata via allora provate con l’aceto bianco. Basterà mescolare due litri d’acqua con un intero bicchiere di aceto ed aspettare mezz’ora prima di tuffarci dentro il panno pulito col quale ripulirete via tutto. Con questo stesso “detersivo” potrete pulire anche gli scomparti rimovibili del frigorifero (griglie, mensole e cassetti). Ricordatevi sempre di riasciugare tutto una volta finita la pulizia. Sale Tutti abbiamo del sale in casa, ma in pochi sappiamo che è ottimo per la pulizia del frigorifero. Una volta preparata una miscela a base di acqua e sale, sarà possibile strofinarla direttamente sulla zona da trattare con un panno pulito morbido, oppure potrà essere vaporizzata e quindi rimossa con lo stesso panno. Limone Una volta ripulito il frigorifero per bene sarà il momento del limone. Più che un “detersivo” il limone è il profumatore naturale del vostro elettrodomestico. Si sa, i cibi rilasciano sempre tantissimi odori ma messi tutti assieme non sono poi così piacevoli (senza calcolare quelli che avete lasciato ammuffire). Una tazza d’acqua ed il succo di un limone su di un panno pulito potranno cambiare totalmente il profumo del frigorifero. Passate quindi meticolosamente il panno su tutte le superfici e lasciate che si sparga l’odore di freschezza rilasciato dall’agrume. La parte esterna Dopo aver ripulito tutto l’interno non possiamo certo lasciare la polvere e quelle brutte ditate al suo esterno! Rimuovete la polvere con un semplice panno di cotone o con quello elettrostatico, senza tralasciare anche il retro dell’elettrodomestico. Le ditate invece vanno via con un panno bagnato ed olio di gomito ,fondamentale anche l’asciugatura. Non dimentichiamoci però del freezer… Anche il freezer necessita di manutenzione e cura e per pulirlo al meglio è preferibile sbrinarlo almeno una volta all’anno. In poche mosse è possibile farlo, ripulirlo e renderlo nuovamente attivo. Ecco come: –La prima cosa da fare è svuotarlo, avendo la possibilità di trasferire tutti gli alimenti in un altro freezer oppure in una borsa frigo evitando che scongelino. -Scollegate quindi la presa di corrente per non correre alcun rischio. -Rimuovete ora i cassetti e lavateli nel lavello. -Riscaldate dell’acqua calda e trasferitela in delle bacinelle da riporre nei vari scomparti del freezer. In questo modo il ghiaccio si scioglierà più rapidamente. -Intanto stendete qualche strofinaccio sul pavimento che servirà a far assorbire l’acqua che scenderà. -Rimuovete il ghiaccio in eccesso con una spatola in plastica e procedete con la pulizia. Ricordatevi sempre di asciugare bene il tutto quando avrete finito per evitare che si formino delle muffe. Ovviamente per pulire il frigo non esiste una regola, ma una pulizia mensile è sempre preferibile. Per il freezer invece andrà bene una sbrinatura annuale. Se sperate di poter allungare un po’ i tempi allora sarà opportuno fare più attenzione nel quotidiano: appena notate una macchiolina provvedete a ripulire, riponete i cibi aperti in appositi contenitori per alimenti e non permettiate che scadano